Navigazione

  • home
  • destinazioni
  • cosa vedere
  • shopping
  • contatti
  • twitter
  • facebook

mercoledì 10 ottobre 2012

Vivere a San Pietroburgo

VIVERE  A SAN PIETROBURGO 

finestra San Pietroburgo
San Pietroburgo colpisce soprattutto per il suo paesaggio urbanistico. San Pietroburgo, costruita a tavolino sopra acqua e paludi nel 1703, è così perfetta, così maestosa.

Non appena vedi San Pietroburgo coi suoi splendidi palazzi, le amplissime strade, tanto verde e innumerevoli corsi d'acqua  ti incanta . Se a ciò aggiungiamo le particolarità climatiche che prevedono metri di neve in inverno e giorni senza notte in estate , beh si può proprio dire che è unica.

L'appartamento dove vivevo, si trova in una traversa della Prospettiva Nevskij, è in stile pre-rivoluzionario. Vi ricordo che l'intero centro storico di San Pietroburgo è stato considerato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO . Sono stati ristrutturati più di 4000 palazzi della San Pietroburgo imperiale.
...Ok il mio non era proprio di recentissima ristrutturazione ma è il tipico palazzo san pietroburghese di inizi '800.
scala palazzo San Pietroburgo
La scala ampia "di stile occidentale" è in marmo, i gradini sono molto bassi, quindi si fanno con minor fatica e questo era un vantaggio perchè io dell'ascensore del palazzo mi fidavo poco.

A San Pietroburgo non si soffre il freddo: i muri sono spessi, le finestre hanno i vetri doppi e anche lungo le scale ci sono i caloriferi. Gli ingressi di bar e negozi hanno una serie di porte che formano una sorta di anticamera per impedire al freddo di entrare.(Vi ricordate quando vi descrivevo il Gostiny Dvor  in merito agli acquisti San Pietroburgo?) Le grondaie hanno un diametro di 50 cm. Ogni appartamento ha una doppia porta: sul pianerottolo c'è una porta, la si apre, si entra in un mini-vano (che serve in inverno per cambiarsi le scarpe prima di entrare in casa) sul quale si affaccia la seconda porta d'ingresso.


citofono San Pietroburgo

A San Pietroburgo anche i campanelli sono particolari. Ogni inquilino possiede una chiavetta magnetica per il portone d'ingresso mentre gli ospiti devono conoscere l'esatto codice numerico dell'amico a cui vogliono citofonare.


Entrata principale Pushkinskaya 10
Entrata principale Pushkinskaya 10
I palazzi storici di San Pietroburgo hanno due entrate: la principale dà direttamente sulla strada e porta agli appartamenti migliori che si affacciano all'esterno. L'entrata secondaria si raggiunge attraverso un arco che porta a uno o più cortili interno ed è la via d'accesso agli appartamenti più economici.
cortile interno San Pietroburgo
Tipico cortile interno di un palazzo di San Pietroburgo. Le facciate sono molto belle, ma appena passate attraverso gli archi che si affacciano sulla via questa è la realtà.

Kommunalka

kommunalka
Nella cucina ci sono diversi fornelli, diversi lavelli e così via, uno accanto all'altro, ogni famiglia ha il suo
Non si può parlare di San Pietroburgo, seconda metropoli russa, senza citare i kommunalka. Come molti di voi sapranno i kommunalka sono una forma di condivisione e convivenza abitativa nata dopo la rivoluzione del 1917, quando le persone  dalle campagne si riversarono nelle città e scoppiò la crisi abitativa in Russia. Il partito risolse la questione decreatando che  per ogni persona sono più che sufficienti 5 metri quadrati di spazio abitativo così le case vennero suddivise alla bell'è meglio e nello stesso appartamento andavano a vivere più famiglie, una per ogni stanza, condividendo la cucina e il bagno.
Avete presente quando nel film "Il dottor Zivago" nel palazzo di famiglia vanno ad abitare altre famiglie? Ebbene il palazzo era stato trasformato in una kommunalka..
La kommunalka, che si può tradurre con casa collettiva, era una realtà molto diffusa a Mosca e San Pietroburgo fino agli anni '60 ma sono realtà ancora esistenti. Si dice che circa il 25% della popolazione di San Pietroburgo (circa 1 milione di persone) viva in una kommunalka.

4 commenti:

  1. Ho vissuto in Russia a S.PIETROBURGO e posso solamente che è una città che come citava il buon Gogol'ti strega,ti entra dentro. Ma di difficoltà ce ne sono se non parlate la lingua sarà praticamente impossibile viverci i Pietroburghesi sono molto orgogliosi ma se rispettate le loro usanze avranno gran rispetto di voi.Io venivo scambiata per una russa,per quanto avevo imparato la lingua e addirittura per quanto rispetto avevano di me ormai pagavo musei e attrazioni turistiche come un'autoctona e non come straniera!eh si perché i russi la sanno lunga e distinguono prezzi per i turisti e per i russi! Per il resto è una città ultramoderna con tutti i comfort! Ma attenzione alla periferia la sconsiglio i vivevo oltre il ponte quindi lontano dal centro e li quando cala il sole è bene chiudersi in casa se non conoscete a menadito il posto! invece per quanto riguarda il centro non c'è nessun problema anche state sempre attenti anche alla milizia stessa (è molto corrotta)perché se non gli andate a genio e non vi comportate bene qualche noia potreste averla.Tutto sommato e ai giorni d'oggi è molto meglio vivere li che qui e sfatate i miti del freddo glaciale si vive benissimo hanno tutti i comfort per sopportarlo! Insomma visitatela non ve ne pentirete e come me non la dimenticherete mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per il contributo. E' sempre interessante leggere l'esperienze e il punto di vista di chi vive in una determinata città.
      Ti piacerebbe scrivere un articolo sul blog, siamo curiosi di leggerti.
      A presto!

      Elimina
    2. ciao Makeda! mi piacerebbe scrivere un'articolo per il blog,ho vissuto in Russia conosco bene tutti i suoi pro ed i suoi contro!ti mando una mail :)a presto e grazie a te!

      Elimina
    3. Perfetto :) ti rispondo via mail.
      A presto!

      Elimina

Social sharing

Se hai trovato l'articolo utile e interessante, ricorda che puoi seguirci
facendo click su uno di questi bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...