Navigazione

  • home
  • destinazioni
  • cosa vedere
  • shopping
  • contatti
  • twitter
  • facebook

venerdì 28 ottobre 2011

Racconto di un capodanno a Parigi. - Parte seconda

strade di parigi
Ho snobbato le più importanti attrattive di Parigi. Non ho cercato di acculturarmi andando a vedere le 34.980 opere del Louvre che non ho osservato nel mio precedente soggiorno parigino; non mi sono sentita una fifona perché non ho avuto il coraggio di salire sull’Arc de Triomphe o al terzo piano della Tour Eiffel. Non sono andata alla Défense né sono entrata al Centre Pompidou.



versailles

Avendo ancora negli occhi le immagini del film  Marie Antoniette, con tutto quel pizzo, quelle torte, quegli abiti così ampi, gonfi e vaporosi,  ho voluto andare a vedere di persona dove viveva, dove dormiva, dove mungeva le mucche la "regina delle brioche" (ebbene si, la regina delle brioche pare si divertisse a fingersi una contadinella e si è fatta costruire in quella meraviglia meravigliosa che è il parco di Versailles un villaggio tutto per sé con le case dal tetto di paglia, un mulino, una fattoria).

fattoria

Come si fa a non immaginare la regina Maria Antonietta che spettegola con una dama di compagnia accanto ad una fontana oppure lungo un vialetto del parco? Io la vedo passeggiare col suo seguito lungo la galleria degli specchi, la vedo truccata con  i pomettes rouges e una grossa la parrucca mentre gioca a carte su quei tavoli dentro il  Petit Triaton.
maria antonietta
immagine tratta dal film Marie Antoinette
Secondo una giornalista  tra le cose da fare nel 2012 c’è aspettare che scenda la notte e nascondersi nel parco di Versailles e giocare a fare la regina. Non so darle torto. Mi riprometto di farlo ma rimando ad un’altra sera;  quelle vasche ricoperte da spesse lastre di ghiaccio non sono molto invitanti.

versailles

Meglio aspettare la calda estate per nascondersi nei giardini.

 
Cerchi un altro itinerario per il tuo capodanno a Parigi?

Nessun commento:

Posta un commento

Social sharing

Se hai trovato l'articolo utile e interessante, ricorda che puoi seguirci
facendo click su uno di questi bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...