Navigazione

  • home
  • destinazioni
  • cosa vedere
  • shopping
  • contatti
  • twitter
  • facebook

venerdì 29 agosto 2014

Luoghi prima guerra mondiale

Luoghi I Guerra Mondiale

Come tutti sapete, quest'anno si celebra il centenario dell'inizio della prima guerra mondiale.

luoghi prima guerra mondiale
Soldati in trincea durante la Grande Guerra

Il 28 giugno 1914 Francesco Ferdinando d'Austria, erede al trono d'Austria Ungheria e sua moglie Sofia, durante una visita ufficiale a Sarajevo furono uccisi dal rivoluzionario bosniaco Gavrilo Princip.
L'attentato fu la scintilla che fece scoppiare il conflitto: un mese più tardi, il 28 luglio 1914, l'Austria dichiarò guerra alla Serbia, dando inizio a quella che sarebbe divenuta la prima guerra mondiale. Una guerra senza precedenti nella storia, con nove milioni di vittime tra i soldati e cinque milioni tra i civili. L'Italia entrò in guerra il 24 maggio 1915, e alla fine contò oltre un milione di caduti; di questi oltre seicentomila militari e cinquecentomila civili.


Ma forse non proprio tutti sanno che i primi soldati di lingua italiana a ricevere il battesimo del fuoco furono i triestini, giuliani e friulani, che vivevano in territori che a quel tempo facevano parte dell'Austria. Inquadrati quindi nel novantasettesimo reggimento fanteria austriaco, tra la fine di luglio e primi di agosto 1914 furono destinati a combattere a Leopoli, capitale della Galizia, nell'attuale Ucraina.

Il 97° Reggimento

Il 97° reggimento tra agosto e settembre 1914 perse ben il 50% degli organici. I superstiti furono fatti prigionieri dei russi. Fra questi prigionieri c'era anche il nonno di mio padre. A causa del grande numero di prigionieri e delle vicende di politica interna (erano gli anni della rivoluzione), il mio bisnonno si ritrovò confinato in Russia, senza la possibilità di comunicare con la famiglia. Lasciato a se stesso, vagò per alcuni anni in territorio russo, offrendosi alle varie fattorie come bracciante in cambio di vitto e alloggio. Ritornò a casa solo a guerra finita.

Questo era il mio bisnonno paterno, che abitava ad Aquileia, allora sotto l'Austria, e ha quindi combattuto per l'esercito austriaco. Mentre il bisnonno materno, che abitava a Palmanova (a nemmeno 20 chilometri da Aquileia!!), era sotto l'Italia e perciò era un militare italiano.

Il turista che desidera visitare i luoghi della prima guerra mondiale può trovare in Friuli le testimonianze dei combattimenti, dai camminamenti alle trincee dove i soldati mangiavano e dormivano durante quei logoranti giorni.
Fanno meditare le parole del poeta Ungaretti, che ha combattuto anche lui in trincea. Una sua celeberrima poesia dice così: "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie".

Queste parole rendono bene l'idea di come vivevano quei soldati, in attesa di subire o sferrare un attacco.

Quali sono i luoghi della prima guerra mondiale?

Redipuglia - Monte San Michele - Caporetto

luoghi prima guerra mondiale
Il sacrario di Redipuglia, uno dei cimiteri militari più grandi del mondo.

La visita ai luoghi della prima guerra mondiale può iniziare a Redipuglia, che ha una propria uscita sull'autostrada A4 Venezia-Trieste.
Redipuglia è un sacrario dedicato alla memoria di centomila soldati caduti nella prima guerra mondiale, uno dei più grandi cimiteri militari del mondo. Nei gradoni della sua immensa gradinata riposano i resti di quarantamila soldati identificati con nome e cognome e sormontati dalla dicitura "Presente", disposti dal basso verso l'alto in ordine alfabetico. Altre sessantamila salme sono segnate come "Ignoti".

In settembre papa Francesco sarà a Redipuglia per ricordare i caduti nella prima guerra mondiale, tra cui alcuni suoi parenti.

Da Redipuglia partono visite guidate che conducono ai luoghi dove si sono svolte le battaglie in trincea.

Giunti sul monte San Michele, dopo aver visitato il museo, le varie trincee e i camminamenti, si può ammirare un bellissimo panorama, grazie al quale contemplare tutte le cime dove si è combattuto e si è morti per difendere l'Italia.


luoghi prima guerra mondiale
Museo della Grande Guerra a Monte San Michele

Caporetto

Particolarmente suggestiva è anche la gita con il treno d'epoca che porta da Redipuglia a Caporetto, con il quale, appena passata Gorizia, si costeggia tutta la valle dell'Isonzo, davvero bellissima. Si tratta di una rievocazione storica, con treno a vapore, dal costo di 89 euro a persona. La prenotazione è obbligatoria. Per date e informazioni è necessario scrivere a info[at]prolocofoglianoredipuglia.it

Se poi si vuole ascoltare un po' di storia direttamente dalla popolazione, si può andare in cerca di una "privata". La privata, così chiamata nel monfalconese, mentre a Trieste è conosciuta come Osmiza, è un lascito dell'impero asburgico. Una legge imperiale apposita permetteva infatti ai contadini di tenere una rivendita temporanea di vino da essi stessi prodotto, esente da dazi. L'attività della privata si estingueva nell'arco di otto giorni. Le private attuali sono aperte per un paio di mesi all'anno.

luoghi prima guerra mondiale
La frasca che annuncia la presenza di una privata - via tourpertrieste.it

Da non confondere con le enoteche, la privata o osmiza è riconoscibile perché segnalata, al margine della strada, con una frasca. Frequentate quasi esclusivamente dalla gente del posto, in una privata si potranno incontrare clienti con cui fare una bella chiacchierata bevendo un buon bicchiere di vino.

2 commenti:

  1. Com'è affascinante questo scorcio d'epoca, leggendo questo post sembra quasi di vivere quei momenti storici. Anche mio nonno fece la prima guerra mondiale, era uno dei "Ragazzi del '99" che partirono in guerra a 16 anni appena compiuti. Fu insignito di due medaglie al valore. Fa specie pensare a come possano reagire molti sedicenni odierni alle prese con un conflitto mondiale.
    Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Gorizia, proprio accanto all'Isonzo, c'è il viadotto intitolato ai "ragazzi del '99" che poco più che bambini furono mandati in guerra.
      Ci penso ogni volta che ci passo, e la pelle è percorsa da un brivido.

      Elimina

Social sharing

Se hai trovato l'articolo utile e interessante, ricorda che puoi seguirci
facendo click su uno di questi bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...