Navigazione

  • home
  • destinazioni
  • cosa vedere
  • shopping
  • contatti
  • twitter
  • facebook

martedì 3 dicembre 2013

In India

Animali indiani

Gange a Varanasi
L'India ha una fauna numerossima e gli indiani hanno un grande rispetto per gli animali. La maggior parte della popolazione è vegetariana e ciò che colpisce l'occhio occidentale è proprio la grande considerazione del popolo indiano per gli animali, che vengono nutriti e vestiti ma non umanizzati. Non troverete cagnolini con il capottino firmato, ma cagnoloni grandi e grossi a pelo lungo con trapuntine riadattate. Pecore con il maglione. Un pochino assurdo? Beh, è l'India.


capra a Varanasi 
Ecco qua una capretta col maglione. Incredibile vero? Forse il maglione bianco sul pelo bianco non ci sta, meglio questa che ha scelto il viola sul nero.

capra a Varanasi
Agnellino (o caprettino?) piccolissimo. Tenete presente che è alto quanto lo scalino che si vede,  10 -15 cm piccolissimo davvero. 
agnellino

VARANASI

Certo le capre si mangiano di tutto. Queste foto sono state scattate a Varanasi, città sacra dell'India, famosa per i suoi ghat ossia le gradinate che scendono verso il Gange. Varanasi è per gli induisti quello che La Mecca è per i musulmani. Ogni induista, infatti,  deve recarsi almeno una volta nella vita a Varanasi e fare delle abluzioni da almeno 5 ghat differenti. Inoltre morire a Varanasi permette di evitare il samsara ossia il ciclo di reincarnazione dopo la morte.
capra a Varanasi

Moltissimi indiani vogliono morire a Varanasi o almeno vogliono che le proprie ceneri vengano disperse sul Gange a Varanasi, per questo motivo la città è famosa per le cremazioni. Ci sono dei ghat appositi dove vengono allestite le pire funerarie e per i più poveri c'è un forno crematorio all'occidentale.
Fotografare le cremazioni è vietato, certo c'è chi lo fa e si sente furbo. In realtà non ci vuole proprio niente a scattare comunque. Ma fotografare una pira funeraria toglie dignità al defunto, alla famiglia, ai credenti e rende ignobile chi lo fa. 
Personalmente ho visto dei ragazzi americani mangiare sbracati patatine mentre commentavano ad alta voce "lo spettacolo", ho visto turisti pagare il barcaiolo perchè gli permettesse di fare delle foto più da vicino, ho visto un signore pagare per scendere sulla riva e fare due passi tra le pire ardenti. Infatti non mancano gli indiani che invitano i turisti a "vedere da vicino" chiedendo in cambio una piccola mancia. 
Ho declinato l'invito. D'altronde sul Gange si vede galleggiare di tutto, i ghat crematori si vedono e non serve fotografarli e ritornando agli animali la scena più raccapricciante fu vedere capre e galline andare a banchettare tra i resti delle pire funerarie.

Vacche India

vacche india
In India le vacche sono sacre. Ogni mucca vorrebbe nascere in India, dov'è considerata sacra, tutti la trattano bene,  non è sfruttata e soprattutto non finisce in un macello.
vacche india

Le vacche in India circolano ovunque, invadono le strade come si può vedere dalla foto scattata nella strada che collega Ranakpur con Udaipur. A New Delhi le mucche però non ci sono. 
vacche india

vacche india

In India sono malviste anche tutte le professioni che hanno a che fare con la concia della pelle e nei templi non si può entrare se s'indossa qualcosa in pelle: es. cintura, portafoglio,etc. Le vacche sono tutelate dalla costituzione indiana, è vietato la macellazione e la vendita ma si possono mungere. I bufali e i tori non hanno le stesse tutele. E parlando di vacche sacre e di lavori riguardanti la pelle, ve lo ricordate il pretendente de "Il ragazzo giusto" di Vikram Seth, malvisto proprio perché lavorava in una fabbrica di pelli? Se non l'avete letto ve lo consiglio: è un romanzo di 2000 pagine che insegna molto sull'India.

RABBIA IN INDIA

scimmie India
In India le scimmie sono dovunque e sono anche piuttosto socievoli, non è difficile avvicinarle.
scimmia con cucciolo
In India la rabbia è endemica, può essere trasmessa all'uomo ed è una malattia grave. Si trasmette con il morso degli animali a sangue caldo, quindi se vi morde un cobra potete stare tranquilli. Ci si può vaccinare ma conviene solamente se andate in India per lavoro come veterinari. Per estrema precauzione evitate il contatto con gli animali.
maiali Pushkar

Maiali a Pushkar
Pushkar, città vegetariana, nel cui territorio non può entrare niente che non sia puro. Nei ristoranti non si troverà nè carne nè uova, non c'è alcool e soprattutto non ci sono auto. E' una città incantata. Certo la foto dei porci non aiuta, forse è meglio questa?
Pushkar

Scoiattoli socievoli ad Agra. Ad Agra si trova il Taj Mahal, il monumento più visitato dell'India. Se ci andate troverete un sacco di scoiattoli birbanti, come resistere a prenderli in mano?
scoiattoli Agra

2 commenti:

  1. Voglio cambiare residenza in Pushkar! Ma sbaglio o sono un pò magre le vacche? La penultima foto è davvero magica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, bisogna precisare che anche le sigarette sono bandite da Pushkar. ;) Ahimè, impure anche quelle.

      Elimina

Social sharing

Se hai trovato l'articolo utile e interessante, ricorda che puoi seguirci
facendo click su uno di questi bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...